Sono stati oltre 9 mila i brevetti concessi nel 2022, di cui oltre 7 mila riguardano i brevetti per invenzione industriale, un valore simile a quello riscontrato nel 2021. Quasi 11 mila, invece, sono state le domande di brevetto per invenzione e modello di utilità depositate nel 2022, di cui oltre il 95% pervenute attraverso il portale on line dell’UIBM.

Nel 2022 la DGTPI-UIBM ha, inoltre, ricevuto 174 richieste di ingresso in fase nazionale da domande PCT (di cui 144 per invenzione industriale e 30 per modello di utilità), depositate secondo la nuova procedura nazionale in attuazione della riforma dell`art. 55 del Codice di Proprietà Industriale (CPI)* e del Patent Cooperation Treaty. Queste domande dimostrano l’interesse di imprese italiane ed estere a tale procedura.

In particolare, i brevetti italiani derivanti da domande internazionali (PCT) concessi nel 2022 tramite la nuova procedura sono stati 37, di cui 29 per invenzione e 8 per modelli di utilità. Le domande respinte per mancanza dei requisiti formali di ammissione sono state 5. Le restanti richieste di ingresso in fase nazionale da PCT sono attualmente nella fase di esame, in quanto sottoposte a valutazione di merito anche sulla base del rapporto di ricerca internazionale.

*Nella versione previgente dell`art. 55 CPI tale esame era consentito solo all’Ufficio europeo dei Brevetti. La nuova procedura fornisce ai richiedenti del brevetto una opzione aggiuntiva per la predisposizione delle proprie strategie brevettuali, tempi di concessione del titolo più veloci e la possibilità di richiedere sia un brevetto di invenzione che un brevetto per modello di utilità. Allo stesso tempo, la nuova procedura consente di incrementare gli introiti a favore dell’erario italiano tramite il pagamento delle tasse di deposito e mantenimento in vita del titolo brevettuale. La nuova procedura è stata oggetto, al fine di semplificarne l’applicazione, della Circolare esplicativa n. 618 del 6 giugno 2022, avente ad oggetto “Chiarimenti in merito all’ingresso nella fase nazionale di esame presso l’UIBM delle domande internazionali di brevetto secondo il Patent Cooperation Treaty”.

 

 

 

 

Torna a inizio pagina